Cosimo D'Elia

Arte Cultura Sport Spettacolo

LA PASSIONE A ORIA 2018

Pubblicato nella categoria Arte, Cultura, Eventi il 22/03/2018 da cosimodelia

img-20180315-wa0005

 

 

 

 

 

 

Il Gruppo di Promozione Umana rappresenta la XXIV edizione del dramma sacro “La Passione di Cristo in Oria”, che come ogni anno sarà Domenica delle Palme, 25 marzo 2018 alle ore 10 la prima scena in piazza Lama con “l’ingresso di Gesù a Gerusalmenne, al tramonto alle ore 19.30La Passionedall’ultima cena alla Resurrezione presso l’Ist. PP. Rogazionisti Oria (BR).

 

Negli ultimi anni la rappresentazione è migliorata nelle scene e nelle scenografie questo grazie al gruppo di lavoro dell’associazione, che con impegno e costanza costruirono per prima la biga di Pilato e successivamente la lettiga di Claudia Procla. Tre anni fa il dramma fu arricchito della scena “La cattura di Barabba” con l’assalto al pretorio, suggestiva rievocazione a colpi di spada e lance.

 

Migliorata la scenografia di Erode e costruito nuovi costumi per i Romani.

 

Quest’anno un ulteriore lettiga prenderà posto nel corteo presso il Pretorio ma non solo. La XXIV edizione si raccoglie negli spazi agevolando il visitatore ad osservare il dramma sacro dallo stesso piazzale, dove, già da tempo, si svolgevano le scene di Pilato, Erode e Crocefissione,  oggi la nuova scenografia del Sinedrio.

 

Una rappresentazione destinata a rimanere nel tempo poichè candidata a Bene Immateriale dell’Unescu, un riconoscimento che da anni si sta lavorando e che nello scorso febbraio presso il Mibact di Roma è stato firmato il protocollo d’intesa tra i sindaci delle varie realtà ove s’inscena la                                                   Passione di Cristo.

manifesto-passione-2018-480x679

img-20180315-wa0006quadri di due scene della passione di COSIMO D’ELIA

Tags: ,

III EDIZIONE MOSTRA DEI DIORAMI DI PASQUA

Pubblicato nella categoria Arte, CRONACA, Cultura, Eventi il 24/02/2018 da cosimodelia

manifesto

I DIORAMI DI PASQUA 2018

Domenica 25 Febbraio alle ore 19,30 nella Chiesa di San Francesco d’Assisi si terrà la quarta iniziativa promossa dal Gruppo di Promozione Umana con la Parrocchia di S. Francesco D’Assisi, saranno presentati in una Mostra, giunta alla III edizione,I Diorami di Pasquaossia I presepi pasquali della Passione di N.S.Gesù Cristo”.  Un “diorama” è la plastica ambientazione in scala ridotta che ricrea scene di vario genere.                   I più antichi diorami sono quelli realizzati nella prima metà dell’Ottocento da Paolo Savi e conservati presso il Museo di Storia Naturale e del Territorio di Calci (Pisa). Essi sono i primi esempi di ricostruzioni tridimensionali di interazioni tra animali e all’epoca furono ritenuti di insuperabile qualità dai maggiori musei europei.  Fra gli utilizzi più diffusi dei diorami i principali sono quello ad uso tecnico, soprattutto ingegneristico e architettonico di istruzione e hobbistico che permette di ricreare particolari ambientazioni in scala, cercando di ottenere effetti quanto più possibile realistici, tra questi vi sono i Diorami o presepi cosidetti di Pasqua. Da alcuni anni in Italia si è diffuso(specie al nord e qualche esempio al sud) anche il “Presepe Pasquale” con la ricostruzione plastica di scene tratte dalla Passione di Cristo che sempre più coinvolge artisti e appassionati del presepe.
Il Gruppo, per valorizzare la Passione di Oria, ha intrapreso nel 2016 questo nuovo percorso con la realizzazione di alcuni Diorami che hanno riscosso un notevole interesse nella comunità. La Mostra dei Diorami di Pasqua prevede la ricostruzione plastica tridimensionale nella rappresentazione di alcune scene della Passione di Gesù Cristo nel tipico presepe con raffigurazioni molto suggestive ed evocative del culto pasquale.                                          Sono stati coinvolti alcuni esperti oritani nell’arte del presepe natalizio ma che con la stessa arte si sono cimentati nella ricostruzione tipicamente artigianale nel rappresentare nei particolari i luoghi e gli ambienti dove si è svolta la Passione di Cristo. L’iniziativa ha avuto inizio nel 2016 ed è giunta alla III edizione.  Nella I e II Edizione sono stati realizzati i seguenti Diorami da:  Maria Luisa Galiano: “ La Trasfigurazione ”;                                             Teresa Pipino: “ L’Ultima Cena, la  Lavanda dei piedi, l’Orto degli Ulivi ;  Giuseppe Felice: “ La Via della Croce, la Crocifissione “;                                          Pierino Toscano: “ La Resurrezione “;  Cosimino Moretto: “L’ingresso di Gesù a Gerusalemme”; Pierino Toscano: “La condanna di Ponzio Pilato”; Enzo Carbone: “La deposizione dalla croce”.  Quest’anno esporranno altri artisti, con i Diorami: Francesco Di Noi: “Gesù difronte al sinedrio – il pentimento di Pietro”  Annamaria Penta: “Gesù incontra le Pie Donne, il Cireneo e la Veronica”                                         Emo Micelli: “ La crocifissione di Gesù”
La Mostra sarà presentata ed illustrata dall’Ins. Angelo Galiano, esperto e ricercatore scrupoloso delle tradizioni cittadine ed è stata patrocinata dalla Diocesi di Oria,dall’Ass. Europassione per l’Italia e Europassion. Si intende proseguire tale iniziativa, anche, nel corso dei prossimi anni arricchendola con altre scene della Passione, coinvolgendo altri esperti del presepe con la finalità di creare una mostra permanente del Diorama Pasquale, una novità nel nostro territorio.
Questa iniziativa,promossa dal Gruppo rientra, oramai, tra gli appuntamenti tradizionali del periodo pasquale per la sua peculiarità ed è unica in tutto il Salento. La mostra in una suggestiva sequenza di dieci plastici tridimensionali, sarà visitabile tutti i giorni sino a domenica 8 aprile negli orari di apertura della chiesa  di San Francesco di Assisi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Mostra, in una suggestiva sequenza di “ dieci plastici tridimensionali”, sarà visitabile tutti i giorni sino a Domenica,8 Aprile negli orari di apertura della Chiesa di S.Francesco d’Assisi.

Tags:

PERDONANZA DI SAN MAURO 11 MAGGIO 2017

Pubblicato nella categoria Arte, Cultura, Eventi il 08/05/2017 da cosimodelia

S.Pasquale

A tutti i fedeli di San Mauro.

In occasione della festa di San Mauro,  11 MAGGIO 2017, discepolo del grande Patriarca S. Benedetto, dopo un triduo di canti e preghiere nel nostro  Santuario di San Pasquale Istituto Antoniano Maschile di Oria imploriamo la sua potente benedizione.

Nella giornata si può visitare la grotta e contemplare gli affreschi nelle pareti.

L’ossequio al Santo favorirà la sua benedizione per noi, per la nostra famiglia e per tutta la comunità della Diocesi di Oria e non. Ci aiuti a vivere santamente soprattutto la nostra vocazione nella Chiesa di Dio .

P. Luigi La Marca

Rettore del Santuario San Pasquale Oria (Br).

LA CRIPTA DI SAN MAURO ABATE Sec. VIII-IX

La Cripta di origine Bizantina , scavata nella roccia, fa parte di quelle prime chiese  utilizzate dai Monaci Basiliani di rito greco e poi riutilizzate dai Monaci Benedettini che giunsero in Oria con i Normanni , portando il rito latino.

La cripta, probabilmente, già frequentata nel periodo paleocristiano intorno al IV – V sec. da eremiti fu successivamente riutilizzata sino al IX sec. dai Monaci Basiliani che la dedicarono a San Basilio, poi dai benedettini che la dedicarono a San Mauro.

LA CRIPTA DI SAN MAURO ABATE Sec. VIII-IX Tale culto rimase vivo sino al XV sec, quando questo Santo venne dimenticato e la grotta ostruita. Dopo circa due secoli,  verso il 1660, venne ripreso il culto a San Mauro e sulla cripta venne costruita una chiesa affidata ai PP. Alcantarini che utilizzarono la cripta come luogo di sepoltura dei propri defunti.  Infatti, entrando nella grotta troviamo sulla parete frontale una fossa adibita ad ossario e sul lato sinistro una serie di nicchie ad altezza d’uomo dove venivano depositati in piedi le salme dei religiosi.

La cripta ha una forma rettangolare (lunga 10 mt. e larga 6 mt.) ed è affrescata solo sul lato destro dove è collocato l’altare, mentre la restante parte è completamente grezza. Nella parte centrale si trova  l’affresco raffigurante S. Mauro, a cui lati sono incise le iniziali S. M., anche se si pensa che precedentemente tale figura rappresentasse S. Basilio il Grande.  Altri affreschi  esistenti sono la “Madonna del melograno” e la “Sacra Famiglia”, mentre più piccolo e poco visibile l’affresco del “Cristo coronato di spine”. La cripta è stata ultimamente risanata e ripristinata al culto ad opera dei PP. Rogazionisti.

La cripta è visitabile la mattina dalle ore 10 alle 12 e dalle ore 16.30 alle ore 18.00

grotta-di-s.-mauro

s.-mauro-e-mad.-melogr.-300x224

San Mauro Abate sec. IV-V

San Mauro, nobile romano, fu uno dei primi e più grandi discepoli di San Benedetto. Nacque a Roma probabilmente nel 505 dopo Cristo, da piissimi genitori, appartenenti alla più alta nobiltà. Già da piccolo desiderava nel suo cuore donarsi a Dio nella vita solitaria, lontano dal frastuono e dai pericoli del mondo. In quel tempo la fama delle virtù e dei miracoli di San Benedetto attraeva genti da ogni parte e di ogni condizione. Anche il pio genitore Equizio acconsenti che suo figlio Mauro, giovine sui 17 anni, si consacrasse al servizio di Dio, sotto la direzione del grande maestro; anzi lo accompagnò lui stesso alla solitudine di Subiaco, nei pressi di Roma, dove il Santo dimorava.

La partenza di Mauro dalla casa paterna avvenne nel 522 e insieme a lui, fu accompagnato da suo padre, anche il giovane Placido, che San Mauro più tardi salverà dalle acque. Mauro divenne stretto collaboratore del Santo. Fin dai primi tempi era l’unico a vedere un demonio tirare il saio ad un monaco in preghiera e indurlo ad uscire di chiesa per fare cose che in quel momento gli sembravano urgentissime.

Mauro sempre obbediente fino all’eroismo, senza fare alcuna osservazione, chiesta e ricevuta la benedizione dal suo Abate, corse sino alla riva del torrente e imperterrito continuò la sua corsa sulle acque, come se camminasse sulla dura terra, raggiunse il confratello, l’afferrò  per i capelli e lo tirò fuori sano e salvo, ritornando ancora sulle acque. Questo miracolo avvenne nel 528.

Altri miracoli seguirono. Una volta, dovendo sostituire l’Abate, guarì un fanciullo zoppo e muto imponendogli la sua stola diaconale. Ordinato sacerdote si trasferì prima al monastero di Montecassino e dopo , da San Benedetto, fu inviato in Francia a fondare nuovi monasteri. Divenuto Abate dell’ordine benedettino di quella regione, fondò 102 monasteri, i quali presero da lui MAURINI. Molti miracoli che fece in Francia: guarì un emissario precipitato da una torre; sulle Alpi sanò un servo caduto malamente da cavallo; a Sant-Maurice d’Aguane ridonò la vista ad un cieco e la vita ad un giovane, il quale testimoniò di essere stato strappato dall’inferno.

Molti altri miracoli operò S. Mauro prima di morire in Francia (584),  all’età di settantadue anni.

 

 


 

Tags: ,

XXIII EDIZIONE DELLA SACRA RAPPRESENTAZIONE “LA PASSIONE”

Pubblicato nella categoria CRONACA, Eventi, Spettacolo il 14/04/2017 da cosimodelia

 

dav

 

 

 

 

 

Domenica 9 aprile 2017 si è tenuta la XXXIII edizione de la Passione di Cristo presso l’Istituto Antoniano Maschile di Oria San Pasquale. La manifestazione ha riscosso un grande successo e notevolissimo afflusso di pubblico anche dai paesi vicini.

Nei filmati la rappresentazione de la “Passione 2017

Ingresso di Gesù a Gerusalemme

“Ultima cena”

Tags:

CORALI IN CONCERTO ORIA

Pubblicato nella categoria Cultura, Eventi il 09/03/2017 da cosimodelia

 

Nel video una sintesi delle Corali in Concerto

Istituto antoniano Maschile Oria

 

 

 

 

 

 

 

6a RASSEGNA REGIONALE “CORALI IN CONCERTO”

Domenica 12 Marzo 2017 ore 19.00

Istituto Antoniano Maschile Oria 

Chiesa Sant’Antonio

La Rassegna è per ricordare la giornata mondiale di preghiera per le vocazioni e per 1 108 anni di fondazione dell’Antoniano di Oria.

Partecipano le Corali:

Coro San Francesco di Oria

Corale San Domenico Oria

Corale Polifonica “A. Dello Monaco” San Pasquale Oria

Coro Polifonico “Madonna di Pasano” Sava Lizzano.

Presenta la serata Giuseppe Donatiello Speaker di IDEA RADIO e Tania Oggiano.

Collaboratori:

Accoglienza                                    P. Luigi La Marca

Collaboratrici: Franca Guerriero, Filomena D’Accindio, Anna Zanzarelli e Floriana Moretto.

Tecnico luci e suono:     Frabrizio Manigrasso

Cine-operatore:                Cosimo D’Elia

Organisti:                             Maestri di coro

Sevizio d’ordine:               A. Candida, Antonio Lana ed Ex Allievi Rog

Scenografia:                        Venerina Fieramosca e Marco Scovoli

Il Rettore P. Luigi La Marca

 

 

Tags:

PREMIAZIONE 3a EDIZIONE PREMIO PITTURA SCULTURA E POESIA SANT’ANNIBALE MARIA DI FRANCIA

Pubblicato nella categoria Arte, Cultura, Eventi il 29/01/2017 da cosimodelia

PREMIATI I VINCITORI DEL PREMIO DI PITTURA SCULTURA E POESIA “SANT’ANNIBALE MARIA DI FRANCIA”

(9)

 

In seguito al rinvio a causa del maltempo,  s’é conclusa sabato 14 gennaio con la cerimonia di premiazione, la terza edizione del premio di pittura scultura e poesia “Sant’Annibale Maria Di Francia”.

Nella sala dell’esposizione dell’Istituto Antoniano Maschile, gremita di pubblico, ha avuto luogo la premiazione dei vincitori con l’introduzione del presidente Alessandro Candida ed a seguire  il saluto dell’amministrazione comunale portato dal vice sindaco di Oria Dott. Egidio Conte e dall’assessore   Avv. Francesca Mazzotta che hanno espresso vivo apprezzamento per l’iniziativa culturale divenuta  ormai un appuntamento fisso nel panorama degli eventi culturali di elevato spessore artistico e di contenuti.

(155)(122)

(132)

Il maestro Stefan Cioanca, alla pianola elettronica, ha fatto da colonna sonora all’intera manifestazione con un nutrito repertorio musicale. S’è dato inizio alle premiazioni  ad iniziare con la sezione poesia dove ha trionfato  la prof.ssa  Claudia Piccinno di Castelmaggiore (BO) già nota alle cronache letterarie nazionali ed internazionali con  al suo attivo numerose pubblicazioni.  Il componimento “Davide è il suo nome” tratta lo scottante argomento dei bambini autistici con toni  amorevoli e toccanti. La seconda posizione è stata occupata da Cosimo Dalessano di Oria con una composizione in vernacolo  “Tridicianni”, mentre in terza posizione è arrivato Ciro Todisco di Grottaglie con un’appassionata lirica, “Non ridere di me”, dedicata all’anziano genitore, prima sostenitore e dopo bisognoso di cure.

 

 

 

 

(280)(243)

Per la sezione pittura ha vinto Agnese Passaro di Francavilla F.Na, in seconda posizione Anna Maria Peluso di Francavilla Fontana, già nota nel panorama artistico nazionale e premiata in numerosi concorsi; il terzo posto è toccato al maestro Domenico Arces di Grottaglie che ha al suo  attivo numerose partecipazioni a concorsi nazionali

(219)(201)(182)


Nella sezione scultura ha prevalso la maestra d’arte Concetta Proto di Oria con una fine lavorazione in creta, anche lei nota alle cronache artistiche nazionali, mentre la seconda posizione se l’è aggiudicata Giuseppe Alfonso di Francavilla Fontana con un altorilievo in terracotta patinata ed infine al terzo posto Antonio D’Abramo  di Torre S. Susanna con una scultura in legno rappresentante la nascita.

A fine manifestazione il presidente dell’Associazione Ex Allievi Rog Oria, Alessandro  Candida, ha ringraziato tutti i presenti e gli amici che hanno sostenuto la manifestazione rd ha espresso grande soddisfazione per il risultato raggiunto dando appuntamento alla prossima edizione.DSC_2798

 

Si possono scaricare i due libretti cliccando qui.

libretto posie

deplian 2016

Il servizio fotografico di Angelo Dell’Aquila video produzioni

Via Torre ss Oria  Br

A breve galleria di tutti i partecipanti.

 

 

 

Tags:

PREMIO SANT’ANNIBALE DI PITTURA SCULTURA E POESIA ORIA

Pubblicato nella categoria Arte, Cultura, Eventi il 24/11/2016 da cosimodelia

dsc_0003

L’Associazione Socio Culturale Ex Allievi Rog Oria e Amici di P. Annibale Maria Di Francia bandisce la  terza edizione del Premio di pittura, scultura e poesia “Sant’Annibale Maria Di Francia”. Questo premio intitolato al Santo dei poveri, degli orfani e dei diseredati ha avuto un ampio successo nazionale ed internazionale nelle passate edizioni.

I lusinghieri  apprezzamenti ricevuti  dagli artisti che hanno partecipato, dalla critica e dai media  ha spinto l’Associazione a proseguire con immutato entusiasmo, spirito di sacrificio e tanta umiltà ad organizzare, con il patrocinio del Comune di Oria, la terza edizione al fine unico e primario di promuovere cultura e solidarietà.

Primario obbiettivo, infatti, è la diffusione della cultura e delle belle arti a fine educativo e promozionale per le nuove generazioni e a diffondere la conoscenza delle opere di Sant’Annibale Maria Di Francia,  il suo amore e la solidarietà nei riguardi dei più bisognosi.

L’associazione Ex Allievi Rog Oria, pertanto, rivolge invito a tutti gli artisti a continuare ad assicurare la loro preziosa e qualificante partecipazione per dare corpo alla diffusione e realizzazione di questo progetto di promozione ed umana  solidarietà  per mezzo della loro produzione artistica. Gli organizzatori si prenderanno cura d’ assicurare il massimo rilievo e diffusione delle opere presentate attraverso la stampa, siti web e canali specializzati. La manifestazione avrà luogo dal 22/12/2016 (inaugurazione dell’esposizione) al 07/01/2017 ( premiazione). Le opere ed i componimenti dovranno essere consegnati entro il  09/12/2016.

Il regolamento e la richiesta di partecipazione e possono  essere scaricati con il PDF in fondo a questa comunicazione o direttamente nella Home di questo sito alla pagina “Premio di Pittura, Scultura e Poesia”.

http://www.exallievirogoria.it/wp-content/uploads/2016/10/Mod-Partecipazione-3%C2%B0-edizione100.pdf

http://www.exallievirogoria.it/wp-content/uploads/2016/10/Regolamento-terza-Edizione103.pdf

Tags:

TORNEO DEI RIONI 2016 ORIA (BR)

Pubblicato nella categoria Eventi, Spettacolo il 13/08/2016 da cosimodelia

Filmato Benedizione del Palio 2016 il 12 agosto chiesa di San Domenico.

13 agosto sfilata del Corteo storico di Federico II per le vie della città, partendo dal Piazzale dell’Istituto Antoniano Maschile  Oria alle ore 18.00.

14 agosto Torneo dei  Rioni  al campo dei Padri Rogazionisti alle ore 17.00.

Tags: ,

Corteo Storico di Federico II maggio 2016 50°

Pubblicato nella categoria CRONACA, Cultura, Eventi il 31/07/2016 da cosimodelia

Le immagini si riferiscono al Corteo Storico di Federico II

in occasione del 50° svoltosi in maggio 2016

Tags:

Pubblicato nella categoria Eventi, FESTEGGIAMENTI SANTI il 19/06/2016 da cosimodelia

Video della processione di Sant’Antonio e Sant’Annibale a Oria (Br) il 15 giugno 2016 Istituto Antoniano Maschile San Pasquale

Tags: