Cosimo D'Elia

Arte Cultura Sport Spettacolo

PERDONANZA DI SAN MAURO 11 MAGGIO 2017

Pubblicato nella categoria Arte, Cultura, Eventi il 08/05/2017 da cosimodelia

S.Pasquale

A tutti i fedeli di San Mauro.

In occasione della festa di San Mauro,  11 MAGGIO 2017, discepolo del grande Patriarca S. Benedetto, dopo un triduo di canti e preghiere nel nostro  Santuario di San Pasquale Istituto Antoniano Maschile di Oria imploriamo la sua potente benedizione.

Nella giornata si può visitare la grotta e contemplare gli affreschi nelle pareti.

L’ossequio al Santo favorirà la sua benedizione per noi, per la nostra famiglia e per tutta la comunità della Diocesi di Oria e non. Ci aiuti a vivere santamente soprattutto la nostra vocazione nella Chiesa di Dio .

P. Luigi La Marca

Rettore del Santuario San Pasquale Oria (Br).

LA CRIPTA DI SAN MAURO ABATE Sec. VIII-IX

La Cripta di origine Bizantina , scavata nella roccia, fa parte di quelle prime chiese  utilizzate dai Monaci Basiliani di rito greco e poi riutilizzate dai Monaci Benedettini che giunsero in Oria con i Normanni , portando il rito latino.

La cripta, probabilmente, già frequentata nel periodo paleocristiano intorno al IV – V sec. da eremiti fu successivamente riutilizzata sino al IX sec. dai Monaci Basiliani che la dedicarono a San Basilio, poi dai benedettini che la dedicarono a San Mauro.

LA CRIPTA DI SAN MAURO ABATE Sec. VIII-IX Tale culto rimase vivo sino al XV sec, quando questo Santo venne dimenticato e la grotta ostruita. Dopo circa due secoli,  verso il 1660, venne ripreso il culto a San Mauro e sulla cripta venne costruita una chiesa affidata ai PP. Alcantarini che utilizzarono la cripta come luogo di sepoltura dei propri defunti.  Infatti, entrando nella grotta troviamo sulla parete frontale una fossa adibita ad ossario e sul lato sinistro una serie di nicchie ad altezza d’uomo dove venivano depositati in piedi le salme dei religiosi.

La cripta ha una forma rettangolare (lunga 10 mt. e larga 6 mt.) ed è affrescata solo sul lato destro dove è collocato l’altare, mentre la restante parte è completamente grezza. Nella parte centrale si trova  l’affresco raffigurante S. Mauro, a cui lati sono incise le iniziali S. M., anche se si pensa che precedentemente tale figura rappresentasse S. Basilio il Grande.  Altri affreschi  esistenti sono la “Madonna del melograno” e la “Sacra Famiglia”, mentre più piccolo e poco visibile l’affresco del “Cristo coronato di spine”. La cripta è stata ultimamente risanata e ripristinata al culto ad opera dei PP. Rogazionisti.

La cripta è visitabile la mattina dalle ore 10 alle 12 e dalle ore 16.30 alle ore 18.00

grotta-di-s.-mauro

s.-mauro-e-mad.-melogr.-300x224

San Mauro Abate sec. IV-V

San Mauro, nobile romano, fu uno dei primi e più grandi discepoli di San Benedetto. Nacque a Roma probabilmente nel 505 dopo Cristo, da piissimi genitori, appartenenti alla più alta nobiltà. Già da piccolo desiderava nel suo cuore donarsi a Dio nella vita solitaria, lontano dal frastuono e dai pericoli del mondo. In quel tempo la fama delle virtù e dei miracoli di San Benedetto attraeva genti da ogni parte e di ogni condizione. Anche il pio genitore Equizio acconsenti che suo figlio Mauro, giovine sui 17 anni, si consacrasse al servizio di Dio, sotto la direzione del grande maestro; anzi lo accompagnò lui stesso alla solitudine di Subiaco, nei pressi di Roma, dove il Santo dimorava.

La partenza di Mauro dalla casa paterna avvenne nel 522 e insieme a lui, fu accompagnato da suo padre, anche il giovane Placido, che San Mauro più tardi salverà dalle acque. Mauro divenne stretto collaboratore del Santo. Fin dai primi tempi era l’unico a vedere un demonio tirare il saio ad un monaco in preghiera e indurlo ad uscire di chiesa per fare cose che in quel momento gli sembravano urgentissime.

Mauro sempre obbediente fino all’eroismo, senza fare alcuna osservazione, chiesta e ricevuta la benedizione dal suo Abate, corse sino alla riva del torrente e imperterrito continuò la sua corsa sulle acque, come se camminasse sulla dura terra, raggiunse il confratello, l’afferrò  per i capelli e lo tirò fuori sano e salvo, ritornando ancora sulle acque. Questo miracolo avvenne nel 528.

Altri miracoli seguirono. Una volta, dovendo sostituire l’Abate, guarì un fanciullo zoppo e muto imponendogli la sua stola diaconale. Ordinato sacerdote si trasferì prima al monastero di Montecassino e dopo , da San Benedetto, fu inviato in Francia a fondare nuovi monasteri. Divenuto Abate dell’ordine benedettino di quella regione, fondò 102 monasteri, i quali presero da lui MAURINI. Molti miracoli che fece in Francia: guarì un emissario precipitato da una torre; sulle Alpi sanò un servo caduto malamente da cavallo; a Sant-Maurice d’Aguane ridonò la vista ad un cieco e la vita ad un giovane, il quale testimoniò di essere stato strappato dall’inferno.

Molti altri miracoli operò S. Mauro prima di morire in Francia (584),  all’età di settantadue anni.

 

 


 

Tags: ,

PREMIAZIONE 3a EDIZIONE PREMIO PITTURA SCULTURA E POESIA SANT’ANNIBALE MARIA DI FRANCIA

Pubblicato nella categoria Arte, Cultura, Eventi il 29/01/2017 da cosimodelia

PREMIATI I VINCITORI DEL PREMIO DI PITTURA SCULTURA E POESIA “SANT’ANNIBALE MARIA DI FRANCIA”

(9)

 

In seguito al rinvio a causa del maltempo,  s’é conclusa sabato 14 gennaio con la cerimonia di premiazione, la terza edizione del premio di pittura scultura e poesia “Sant’Annibale Maria Di Francia”.

Nella sala dell’esposizione dell’Istituto Antoniano Maschile, gremita di pubblico, ha avuto luogo la premiazione dei vincitori con l’introduzione del presidente Alessandro Candida ed a seguire  il saluto dell’amministrazione comunale portato dal vice sindaco di Oria Dott. Egidio Conte e dall’assessore   Avv. Francesca Mazzotta che hanno espresso vivo apprezzamento per l’iniziativa culturale divenuta  ormai un appuntamento fisso nel panorama degli eventi culturali di elevato spessore artistico e di contenuti.

(155)(122)

(132)

Il maestro Stefan Cioanca, alla pianola elettronica, ha fatto da colonna sonora all’intera manifestazione con un nutrito repertorio musicale. S’è dato inizio alle premiazioni  ad iniziare con la sezione poesia dove ha trionfato  la prof.ssa  Claudia Piccinno di Castelmaggiore (BO) già nota alle cronache letterarie nazionali ed internazionali con  al suo attivo numerose pubblicazioni.  Il componimento “Davide è il suo nome” tratta lo scottante argomento dei bambini autistici con toni  amorevoli e toccanti. La seconda posizione è stata occupata da Cosimo Dalessano di Oria con una composizione in vernacolo  “Tridicianni”, mentre in terza posizione è arrivato Ciro Todisco di Grottaglie con un’appassionata lirica, “Non ridere di me”, dedicata all’anziano genitore, prima sostenitore e dopo bisognoso di cure.

 

 

 

 

(280)(243)

Per la sezione pittura ha vinto Agnese Passaro di Francavilla F.Na, in seconda posizione Anna Maria Peluso di Francavilla Fontana, già nota nel panorama artistico nazionale e premiata in numerosi concorsi; il terzo posto è toccato al maestro Domenico Arces di Grottaglie che ha al suo  attivo numerose partecipazioni a concorsi nazionali

(219)(201)(182)


Nella sezione scultura ha prevalso la maestra d’arte Concetta Proto di Oria con una fine lavorazione in creta, anche lei nota alle cronache artistiche nazionali, mentre la seconda posizione se l’è aggiudicata Giuseppe Alfonso di Francavilla Fontana con un altorilievo in terracotta patinata ed infine al terzo posto Antonio D’Abramo  di Torre S. Susanna con una scultura in legno rappresentante la nascita.

A fine manifestazione il presidente dell’Associazione Ex Allievi Rog Oria, Alessandro  Candida, ha ringraziato tutti i presenti e gli amici che hanno sostenuto la manifestazione rd ha espresso grande soddisfazione per il risultato raggiunto dando appuntamento alla prossima edizione.DSC_2798

 

Si possono scaricare i due libretti cliccando qui.

libretto posie

deplian 2016

Il servizio fotografico di Angelo Dell’Aquila video produzioni

Via Torre ss Oria  Br

A breve galleria di tutti i partecipanti.

 

 

 

Tags:

PREMIO SANT’ANNIBALE DI PITTURA SCULTURA E POESIA ORIA

Pubblicato nella categoria Arte, Cultura, Eventi il 24/11/2016 da cosimodelia

dsc_0003

L’Associazione Socio Culturale Ex Allievi Rog Oria e Amici di P. Annibale Maria Di Francia bandisce la  terza edizione del Premio di pittura, scultura e poesia “Sant’Annibale Maria Di Francia”. Questo premio intitolato al Santo dei poveri, degli orfani e dei diseredati ha avuto un ampio successo nazionale ed internazionale nelle passate edizioni.

I lusinghieri  apprezzamenti ricevuti  dagli artisti che hanno partecipato, dalla critica e dai media  ha spinto l’Associazione a proseguire con immutato entusiasmo, spirito di sacrificio e tanta umiltà ad organizzare, con il patrocinio del Comune di Oria, la terza edizione al fine unico e primario di promuovere cultura e solidarietà.

Primario obbiettivo, infatti, è la diffusione della cultura e delle belle arti a fine educativo e promozionale per le nuove generazioni e a diffondere la conoscenza delle opere di Sant’Annibale Maria Di Francia,  il suo amore e la solidarietà nei riguardi dei più bisognosi.

L’associazione Ex Allievi Rog Oria, pertanto, rivolge invito a tutti gli artisti a continuare ad assicurare la loro preziosa e qualificante partecipazione per dare corpo alla diffusione e realizzazione di questo progetto di promozione ed umana  solidarietà  per mezzo della loro produzione artistica. Gli organizzatori si prenderanno cura d’ assicurare il massimo rilievo e diffusione delle opere presentate attraverso la stampa, siti web e canali specializzati. La manifestazione avrà luogo dal 22/12/2016 (inaugurazione dell’esposizione) al 07/01/2017 ( premiazione). Le opere ed i componimenti dovranno essere consegnati entro il  09/12/2016.

Il regolamento e la richiesta di partecipazione e possono  essere scaricati con il PDF in fondo a questa comunicazione o direttamente nella Home di questo sito alla pagina “Premio di Pittura, Scultura e Poesia”.

http://www.exallievirogoria.it/wp-content/uploads/2016/10/Mod-Partecipazione-3%C2%B0-edizione100.pdf

http://www.exallievirogoria.it/wp-content/uploads/2016/10/Regolamento-terza-Edizione103.pdf

Tags:

ORIA-SERATA CONCLUSIVA DELLA SECONDA EDIZIONE PREMIO PITTURA, SCULTURA E POESIA SANT’ANNIBALE MARIA DI FRANCIA-

Pubblicato nella categoria Arte, Cultura, Eventi il 19/01/2016 da cosimodelia

 

IMG_8341

 

 

S’è conclusa con la serata di premiazione dei vincitori, sabato nove gennaio,  presso l’Istituto Antoniano Maschile  di Oria, la seconda edizione del premio di pittura, scultura e poesia intitolato a Sant’Annibale Maria Di Francia. La rassegna d’opere d’arte pittorica, di scultura e poesia, organizzata dall’Associazione  Ex Allievi Rog Oria ed Amici di P. Annibale M. Di Francia, ha riscosso enorme interesse negli addetti ai lavori ed un importate successo di pubblico. Nutrita, infatti, è stata l’affluenza di visitatori, accorsi anche dalle province limitrofe,  durante  i venti giorni di apertura della mostra. Lusinghieri anche i giudizi espressi da importanti critici d’arte per l’elevata espressione artistica dei partecipanti al premio, quest’anno più numerosi della precedente edizione.

In presenza di una sala gremita di pubblico, Il presidente dell’Associazione organizzatrice Alessandro Candida ha salutato i presenti, ha ringraziato quanti con il loro contributo hanno reso possibile l’organizzazione di un evento culturale di portata nazionale vista la partecipazione di artisti provenienti da varie regioni italiane.  Presenti il  Sindaco di Oria Cosimo Ferretti che ha portato il saluto ed il ringraziamento dell’Amministrazione Comunale, il vice sindaco ed assessore alla cultura Dott. Egidio Conte che ha espresso apprezzamento per il livello culturale dell’evento  ed il direttore dell’Istituto Antoniano P. Vito Magistro, che ha portato il saluto della casa ospitante.

S’è, quindi, dato inizio alla premiazione e per la sezione poesia  è risultato vincitore EnzoBacca di Larino (CB) con la poesia “Voglio sembrare antico”. La seconda posizione se l’è aggiudicata Antonio Bicchierri di San Giorgio Ionico con “Le mie radici” e  terza Antonella Prete di Oria con “Siamo tutti colpevoli”.

ANTONIO BICCHIERRI 2 CLASSIFICATO

IMG_8363

 

Vincitrice per la sezione pittura è risultata Fernanda Della Porta, al secondo posto Giuseppe Alfonso ed al terzo Rocco Lo Parco.

FERNANDA DELLA PORTA 1 CLASS. PITTURA

GIUSEPPE ALFONSO 2 CLASS PITTURA

IMG_8368

Per la sezione scultura ha vinto Antonio Caragli, mentre Giuseppe  Alfonso s’è aggiudicato il secondo posto e Mele Armando il terzo.

IMG_8382GIUSEPPE ALFONSO 2 CLASS PITTURAARMANDO MELE 3 CLASS. SCULTURA

Le targhe ai vincitori sono state consegnate dalle autorità presenti. A tutti i concorrenti è stato consegnato un attestato di partecipazione e per otto di loro con segnalazione di merito da parte della giuria.

IMG_8344

Esprimiamo grande soddisfazione, ha concluso Alessandro Candida,  presidente dell’associazione Ex Allievi Rog Oriaper il successo che ha conseguito questa seconda edizione del premio “Sant’Annibale Maria Di Francia”. E’ stato bello ammirare tanti artisti di diversa espressività e concezione dell’arte e del componimento, di età ed estrazione diverse, riuniti tutti insieme per proporre a più voci un univoco messaggio di promozione culturale e umana. Tutto questo premia i sacrifici profusi per permettere l’organizzazione di questo evento e ci rende orgogliosi d’essere figli spirituali di P. Annibale Maria Di Francia”

Graduatorie dei concorreti:  Graduatoria componimenti poetici

Graduatoria Pittura e Scultura

Pubblicato in Senza categoriaLascia un commento

 

 

Tags:

INAUGURAZIONE MOSTRA DI PITTURA SCULTURA E POESIA SANT’ANNIBALE MARIA DI FRANCIA SECONDA EDIZIONE ORIA

Pubblicato nella categoria Arte, CRONACA, Cultura, Eventi il 23/12/2015 da cosimodelia

Domenica 20 dicembre, alla presenza delle autorità cittadine, è stata inaugurata la seconda edizione del Premio di Pittura Scultura e Poesia Sant’Annibale Maria di Francia organizzato dall’Associazione Socio CulturaleEx Allievi Rog Oria e Amici di Padre Annibale Maria Di Francia”. Alla presenza di un’affollata sala è stata presenta la rassegna delle opere e componimenti esposti con l’intervento del Presidente Alessandro Candida, il vice Sindaco di Oria Dott. Egidio Conte, il direttore dell’Istituto Antoniano Maschile Padre Vito Magistro ed il Prof. Antonio Benvenuto critico d’arte. L’esposizione sarà possibile visitarla tutti i giorni dalle ore 16,30 alle ore 19,00 fino al 9 gennaio 2016.

IMG_8257

IMG_8274

IMG_8285

IMG_8289

IMG_8295

IMG_8303

IMG_8267

Tags:

INAUGURAZIONE PREMIO SANT’ANNIBALE MARIA DI FRANCIA SECONDA EDIZIONE ORIA

Pubblicato nella categoria Arte, Cultura, Eventi il 17/12/2015 da cosimodelia

manifesto-15-copie

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Domenica 20 dicembre 2015 sarà inaugurata la Mostra Artistica

Concorso di Pittura Scultura e Poesia,  presso la sala convegni dell’Istituto Antoniano Maschile di Oria 

via  Annibale 32.

La mostra sarà inaugurata alle ore 18.00 alla presenza del Sindaco della città di Oria Cosimo Ferretti, da P. Vito Magistro, direttore dell’Istituto Antoniano Maschile e Sandro Candida, presidente dell’Associazione Socio Culturale Ex Allievi Rog Oria e Amici di P. Annibale M. Di Francia.

La mostra resterà aperta sino al 9 gennaio 2016, serata della premiazione che avverrà alle ore 17.00.

La cittadinanza è invitata.

Tags: ,

LA PASSIONE DI CRISTO NELLA TRADIZIONE ICONOGRAFICA D’ORIENTE

Pubblicato nella categoria Arte, Cultura, Eventi il 20/03/2015 da cosimodelia

 

 

img121

LA Conferenza: “La Passione di Cristo nella tradizione iconografica d’Oriente ” e Mostra “Le Icone della Passione di Cristo”                                                                                                      

Proseguono gli appuntamenti preparatori  alla Sacra Rappresentazione della Passione a cura del Gruppo di Promozione Umana, infatti Sabato 21 marzo nella Chiesa di S.Francesco d’Assisi si terrà un altro appuntamento di notevole interesse culturale ed artistico che ha lo scopo di approfondire  un altro aspetto rappresentativo della Passione di Cristo. Lo scorso anno,nella conferenza, sono stati trattati sotto l’aspetto devozionale e di fede “ i Misteri della Passione” con la mostra dei “Misteri in cartapesta”. Quest’anno, come ha dichiarato il Presidente del Gruppo dr. Emilio Pinto, la rappresentazione della Passione di Cristo sarà raffigurata attraverso le “ Icone Bizantine ” molto diffuse in Oriente e, giunte anche in Europa per il loro significato e bellezza artistica. Questa forma di espressione  non è altro che teologia dell’immagine, perché rende presente con i colori ciò che la Sacra Scrittura annuncia con le parole. L’uomo avvicinandosi all’icona, è attratto non solo dalla bellezza,che rappresenta la perfezione della divinità, ma tramite essa è invitato a contemplare il vero volto di Dio. L’arte dell’iconografia deriva dal greco “eikon” che significa “immagine e “graphia” che significa “scrittura”, le cui regole sono state definite dalla Chiesa attraverso varie tappe. L’icona,nei suoi materiali, ha una sua simbologia,come la tavola di legno che rappresenta la croce,l’intelatura con del lino che rappresenta la sindone,la stesura della foglia d’oro,simbolo della preziosità  data a Colui che viene rappresentato unitamente ai colori di grande qualità.  Questo evento mira a non far rimanere l’appuntamento tradizionale della sacra rappresentazione fine a stesso, ma ad approfondire quali sono gli aspetti culturali, devozionali e artistici che inducono una comunità a riflettere e meditare sul dramma della Passione di Cristo.   Nella serata interverranno Don Domenico Spina che porterà i saluti della comunità parrocchiale, ribadendo l’attenzione della Parrocchia verso queste iniziative che mirano alla evangelizzazione dei fedeli. La Conferenza,di notevole spessore culturale, sarà tenuta dal  Prof. Luigi Neglia ,Consigliere Centrale Società di Storia Patria per la Puglia, che relazionerà su La Passione di Cristo nella tradizione iconografica d’Oriente. Mentre la Mostra, Le Icone della Passione di Cristo”,comprende icone di diversa dimensione raffiguranti la Crocifissione, la Resurrezione,il volto di Maria e Gesù, la deposizione nel sepolcro, l’orto degli ulivi. La mostra sarà presentata da Antonella Calò, iconografa e pittrice, che illustrerà come si sceglie e prepara una icona con note tecniche. Ella sin da giovane ha manifestato interesse verso l’arte scoprendo in particolare la passione verso l’immagine sacra, prediligendo l’iconografia di scuola bizantina. A partire dagli anni ’90 si perfeziona  frequentando i maestri di scuola Greca e Russa  e seguendo anche corsi sulle tecniche dell’affresco e del mosaico con i maestri Fabio Nones, Kostantinos Xenopoulos, Giancarlo Pellegrini, e Aleksandr Stal’Nov. Ha perfezionato i suoi studi seguendo vari corsi specialistici a Trento, Venezia, Manduria, Pistoia, Ravenna e Loreto. Il suo primo lavoro risale al 1997 quando realizza la sua prima icona che raffigura “Cristo Pantocrate”(200×210), da allora ha proseguito la sua intensa produzione iconografica dove le sue opere sono state esposte in varie Città d’Italia ed alcune di esse si trovano in Africa ed Albania. La sua produzione artistica spazia dalle immagini iconografiche su tavola, alla pittura, agli affreschi e ai mosaici. Ultimamente ha realizzato l’icona di San Barsanufio di Gaza(116×83) esposta nella Basilica Cattedrale di Oria.  Antonella Calò vive ad Oria dove opera presso il suo laboratorio “San Barsanofio di Gaza” sito in Via Brenta,17 e può essere contattata tramite e-mail antonellaatk@yahoo.it o ai nr. 0831/849320 e 333.1677168.                                                                                                       Alla conferenza prenderà parte, anche, il Coro “Beato Francesco da Durazzo” della Parrocchia di San Francesco d’Assisi diretto da Pierdamiano Mazza che eseguirà alcuni canti liturgici:”Preferisco il Paradiso” di M.Frisina e “Iesu Cristo Glorioso” tratto dal Laudario di Cortona.  La Mostra sarà visitabile nella Chiesa di San Francesco d’Assisi sino alla Domenica di Pasqua, 05 Aprile 2015.
Dott. Emilio Pinto

Tags:

SERATA DI BENEFICENZA AL GASSMAN DI ORIA

Pubblicato nella categoria Arte, Cultura, Eventi il 30/10/2014 da cosimodelia

 

 

 

 

 

img096img097

Ricordi d’infanzia per la solidarietà 

Il “Gruppo di Promozione Umana” e l’associazione culturale “Il Pozzo e l’Arancio”, con il patrocinio della Città di Oria e coadiuvati da un gruppo di volontari aderenti all’ANT, per giovedì 30 ottobre 2014 alle ore 18.00 nella sala “Gassman” del cineteatro “Salerno” di Oria organizzano una serata di beneficenza in favore dell’Istituto tumoriGiovanni Paolo II” di Bari e della nascente sezione ANT di Oria, presentando il libro “(Ricordi d’infanziaper  una vita spezzata)” del Preside Prof. Cosimo Mazza, dedicato alla figlia recentemente scomparsa in giovane età.

 

Recheranno un indirizzo di saluto Emilio Pinto (presidente “Gruppo di Promozione Umana”) e Pierdamiano Mazza (presidente “Il Pozzo e l’Arancio”). Interverranno in merito al libro in presentazione gli studiosi Antonio Baldari, Antonio Chionna, Francesco Fistetti e Mario Sartorio. Parteciperanno i tre medici Domenico Galetta (Dipartimento oncologia medica dell’Istituto tumori “Giovanni Paolo II” di Bari), Carmelo Corvino e Antonio Proto (ANT).

 

Brani musicali saranno eseguito dal duo composto da Franco Zecchino (violoncello) e Danilo Leo (pianoforte) con la partecipazione di Angela De Bellis. I lavori saranno condotti dal giornalista Vincenzo Sparviero, caporedattore de “La Gazzetta del Mezzogiorno”. L’accoglienza agli invitati sarà curata dagli studenti dell’Istituto tecnico per il turismo “G. Calò” di Oria.

 

“Il Pozzo e l’Arancio”

associazione culturale

 

Childhood memories for solidarity
The “Group of Human Promotion” and the cultural association “The Pit and the Orange”, sponsored by the City of Oria and assisted by a group of volunteer members of the ANT for Thursday, October 30, 2014 at 18:00 in room “Gassman” in the IMAX “Salerno” Oria organize a charity event in favor cancer Institute “Giovanni Paolo II” University of Bari and of the rising section of the ANT Oria, presenting the book “childhood memories (for a broken life) “the dean prof. Cosimo Mazza, dedicated to his daughter who recently passed away at a young age.

 

Will make an address by Emilio Pinto (President ‘Group for Human Promotion “) and Pierdamiano Club (president,” The Pit and the Orange “). Speakers on the book presentation scholars Baldari Antonio, Antonio Chionna, Francesco and Mario Fistetti Sartorio. Attended by three doctors Domenico Galetta (Department of Medical Oncology Cancer Institute “Giovanni Paolo II” Bari), Carmelo Anthony Corvino and Proto (ANT).

 

Music will be performed by the duo of Franco Zecchino (cello) and Danilo Leo (piano) with the participation of Angela De Bellis. The work will be conducted by journalist Vincent SPARVIERO,  chief editor of “La Gazzetta del Mezzogiorno”. Welcoming the guests will be taken care of by the students of technical tourism “G. Calo “Oria.

 

“The Pit and the Orange”
cultural association

 

 

 

Tags: ,

CIGOLA LA CARRUCOLA DEL POZZO – ORIA

Pubblicato nella categoria Arte, Cultura, Eventi il 27/09/2014 da cosimodelia
POZZOARANCIO-ManifestoIXEdizione-Colore-28set13
CIGOLA LA CARRUCOLA DEL POZZO: A ORIA POETI DA TUTTA ITALIA

È di Eugenio Montale il verso poetico che accompagnerà la cerimonia conclusiva del Premio letterario internazionaleIl Pozzo e l’Arancio“, giunto alla X edizione; “Cigola la carrucola del pozzo” è il titolo dato alla serata letteraria prevista per sabato 27 settembre alle ore 20.00 nella chiesa di San Francesco d’Assisi in Oria (Br).

Il Premio letterario “Il Pozzo e l’Arancio“, organizzato dall’omonima associazione culturale, è nato tra l’inverno del 2004 e la primavera del 2005, quando due giovani dettero corpo all’idea di un’iniziativa culturale che – partendo dalla tradizione del pozzo e dell’arancio presenti nel Giardino di San Francesco in Oria – potesse raggiungere persone nei più vari posti d’Italia e oltre, purché accomunati dall’interesse per la letteratura e in particolar modo per la poesia. Il Premio ora è curato da un nutrito staff di operatori culturali e professionisti volontari.

Nell’evento culturale – che vedrà l’unione di poesia, musica, pittura e altre arti – sarà proclamato il vincitore del Premio letterario, riservato alla poesia inedita. Il titolo dell’opera vincitrice (scelta da una qualificata commissione giudicatrice tra moltissime opere provenienti dall’Italia e dall’estero) sarà annunciato solo nel corso della serata e al momento è solo incluso in una cinquina finalista composta dalle opere di Piero Baroni di Sesto Fiorentino (Fi), Francesco Palermo di Torchiarolo (Br), Assunta Spedicato di Corato (Ba), Piero Tafuro di San Pancrazio Salentino (Br) e Rodolfo Vettorello di Milano. Saranno inoltre assegnati segnalazioni e menzioni a opere ritenute particolarmente meritevoli.

L’iniziativa è stata insignita per il secondo anno consecutivo della Medaglia del Presidente della Repubblica Itailana Giorgio Napolitano. Nel corso dell’evento sarà inoltre presentata l’antologia delle opere vincitrici in questa X edizione.

Pierdamiano M. Mazza (presidente de “Il Pozzo e l’Arancio“)

Il Pozzo e l’Arancio

associazione culturale


corso Umberto I, 32 – 72024 Oria (Br) – Italia

+39 328 1766419

info@ilpozzoelarancio.it - ufficiostampa@ilpozzoelarancio.it
www.ilpozzoelarancio.it

Tags: ,

LE SCULTURE DI VINCENZO D’ELIA

Pubblicato nella categoria Arte, Cultura il 07/09/2014 da cosimodelia

 

 

 

SCULTURE  SU ANGURIE E ZUCCA GIALLA

DI VINCENZO D’ELIA DI ORIA (BR).

L’8 SETTEMBRE 2014 PARTECIPERA’

ALLA QUINTA EDIZIONE “CONCORSO NAZIONALE 

DI SCULTURE SU ANGURIE” CHE SI TERRA’ A

MASSAFRA (TA) DALLE  18.00 ALLE 20.00.

https://www.facebook.com/scultureangurie?fref=ts

IMG_679748533427IMG_6520607971951175598_439147996200582_1879142677_n1185306_439138389534876_803375226_n1240498_439147986200583_94716535_n10419416_796284193726990_439270769260649052_n10517982_778468015508608_2037897170639462301_n10556227_798973113458098_2153375397539722571_n (1)

Tags: